Mauro D'Acri

Dal Quotidiano del Sud – «Parco della Sila, Ferrari presidente»

Dal Quotidiano del Sud – «Parco della Sila, Ferrari presidente»

Dal Quotidiano del Sud – «Parco della Sila, Ferrari presidente»

Dal Quotidiano del Sud, edizione della provincia di Cosenza, del 1 aprile 2015 – «Parco della Sua, Ferrari presidente» – a firma di Antonio Mancina

San Giovanni in Fiore – Nel corso del convegno si è parlato della partecipazione a Expò – «Parco della Sila, Ferrari presidente» – Il consigliere regionale D’Acri e quello provinciale Serra spingono per la riconferma

Convegno promosso, presso la sede del Centro per la Ricerca in Agricoltura e per l’Olivicoltura e l’Industria Olearia di Rende (Cra-Oli), su iniziativa dello stesso Istituto e del Parco Nazionale della Sila, per un’accurata discussione sul paniere della biodi-versità alimentare della Calabria, con la partecipazione di diversi relatori esperti e ricercatori del settore.

Mauro D'Acri al convegno CRA OLI

Mauro D’Acri al convegno CRA OLI

E’ stato messo in luce che la Calabria alla prossima fiera internazionale di Milano Expò 2015 può essere ben rappresentata per vari campi e tra questi certamente le produzioni sostenibili volte a garantire un’alimentazione di tipo mediterraneo con una conseguente ricaduta sull’economia della regione.

A margine dell’incontro si è pure discusso della prossima scadenza del mandato di Sonia Ferrari, quale commissario del Parco della Sila e della nomina del presidente da parte del Ministro all’Ambiente, Gian Luca Galletti.

Sulla questione sono intervenuti il consigliere regionale, Mauro D’Acri, e il consigliere della Provincia di Cosenza, Giulio Serra, esprimendo parole di apprezzamento a favore di una riconferma della Ferrari, nelle vesti di presidente, questa volta, del Parco Nazionale della Sila.

«Mi auguro che il Commissario del Parco Sonia Ferrari – ha dichiarato D’Acri – venga riconfermata alla guida dell’Ente silano, perché per diverso tempo abbiamo lavorato insieme per la valorizzazione di eccellenze del nostro territorio. Mi riferisco in particolare alla realizzazione di un protocollo di intesa che ha portato al riconoscimento della carne podolica, come presidio -Slow food, portando questa eccellenza alimentare ed il territorio, a cui essa fa riferimento, su una scena di rilevanza nazionale».

Altrettanto significativa è stata la dichiarazione del consigliere della Provincia di Cosenza, Giulio Serra: «L’augurio è quello che Sonia Ferrari venga riconfermata come presidente del Parco, perché è una persona che in questi anni ha dato prova di grande professionalità e competenza, per valorizzare il Parco Nazionale della Sila, a cominciare dal riconoscimento arrivato per ultimo lo scorso anno da parte del-l’Unesco per il programma MaB Sila, che apre nuove possibilità e strade di sviluppo. Ma, soprattutto, una sua riconferma, quale presidente, garantirebbe una certa continuità con quanto realizzato finora dall’Ente silano in questi anni e i tanti progetti ancora in itinere che potrebbero essere portati alla loro conclusione. E’ il caso degli altri riconoscimenti Unesco relativi al Parco della Sila noti come Geo-parco e “Patrimonio dell’umanità”, le cui fasi di impostazione ed elaborazione dati sono in corso».

Per quanto riguarda, invece, i contenuti dei lavori del convegno, in preparazione di Expo, è stata rinnovata la convinzione che la Calabria ha tutte le carte in regola per mettere in luce il proprio patrimonio di biodiversità agricola e agroalimentare e che di conseguenza merita un rilancio delle produzioni sostenibili volte a garantire un’alimentazione di tipo mediterraneo, con una conseguente ricaduta sull’economia della regione. II patrimonio calabrese, legato al cibo, rappresenta – è stato detto – una delle sue maggiori ricchezze con una molteplicità di produzioni e di varietà genetiche da preservare che rappresentano la memoria storica della Calabria, una sorta di archivio da tramandare alle future generazioni, da migliorare e da innovare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *