Mauro D'Acri

Da La Nuova Provincia di Cosenza – Guardia e Acquappesa – Terme, mozione per Oliverio

Da La Nuova Provincia di Cosenza – Guardia e Acquappesa – Terme, mozione per Oliverio

Da La Nuova Provincia di Cosenza – Guardia e Acquappesa – Terme, mozione per Oliverio

Da La Nuova Provincia di Cosenza del 6 ottobre 2015, a firma di Giovanni Folino

Forum pubblico dei due Comuni. Intervengono Greco, D’Acri e Sergio. I sindaci Maritato e Rocchetti pronti al bando pubblico per la nuova gestione

GUARDIA E ACQUAPPESA – Scelgono la strada del confronto, del dialogo e delle trasparenza le Amministrazioni comunali di Acquappesa e di Guardia Piemontese, che sulla tematica e sulla problematica delle Terme Luigiane hanno deciso di interessare l’opinione pubblica ed i cittadini, così come tutti i settori della società civile ed anche religiosa. A tal proposito, i sindaci Giorgio Maritato (foto sx) e Vincenzo Rocchetti (foto dx), sostenuti dalle rispettive squadre amministrative, hanno inteso organizzare ben due incontri pubblici, o sarebbe meglio definirli forum, invitando cittadini, lavoratori, politici, amministratori di altri enti, partiti, medici, sindacalisti, autorità ecclesiastiche, aziende e, ovviamente, i prima manifestazione si ter rà questo sabato (10 ottobre), dalle ore 16 alle 20.

Terme Luigiane

Terme Luigiane

II secondo forum, invece, si terrà venerdì 16 ottobre, presso l’istituto tecnico per il turismo, ad Acquappesa. Un forum aperto al contributo di tutti, dove ognuno potrà esprimere la propria opinione e posizione, formulando anche proposte e consigli, in merito al futuro imminente delle Terme Luigiane, il cui contratto di gestione, con la società Sateca, scadrà tra pochi mesi.

Una iniziativa, quella voluta ed organizzata dalle due Amministrazioni comunali, abbastanza interessante ed anche in un certo senso strategica ed importante, soprattutto per quel che concerne, come evidenziato in precedenza, il confronto ed il dialogo che, attesa la valenza e l’interesse pubblico dell’argomento e del tema, rappresentano elementi essenziali per poter giungere, con la massima condivisione, ad un percorso comune e sostenuto da più protagonisti.

Insomma, la strada scelta dai comuni di Acquappesa e di Guardia Piemontese va verso una innovativa ottica di trasparenza e di condivisione. Così come l’intenzione di dar vita ad una manifestazione di interesse per le società eventualmente interessate alla gestione delle fonti termali e al successivo bando pubblico in più occasioni annunciato.

Quel che comunque appare certo ed indiscutibile, è che il comparto delle Terme Luigia-ne necessita di un rilancio e di investimenti seri, concreti e corposi. Degli stabilimenti di questa portata e con una potenzialità inaudita ed una posizione geografica invidiabile, non possono, infatti, restare aperti 4 o 5 mesi all’anno e potrebbero rappresentare un grande attrattore turistico non solo per il comprensorio che va da Cetraro a Paola, ma anche per l’intera Provincia di Cosenza, per la Calabria e per il Meridione intero.

Non a caso, sulla tematica, è pronta una mozione, che sarà sottoposta al vaglio del Consiglio regionale, firmata dai consiglieri regionali Orlandino Greco, Mauro D’Acri e Franco Sergio, del gruppo Oli-verio Presidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *