Mauro D'Acri

Da Il Quotidiano del Sud – Il Pd organizza dibattito sul Psr

Da Il Quotidiano del Sud – Il Pd organizza dibattito sul Psr

Da Il Quotidiano del Sud – Il Pd organizza dibattito sul Psr

Da Il Quotidiano del Sud del 4 novembre 2015, edizione di Cosenza

Per lo sviluppo delle aree rurali e per la competitività del settore agricolo. La finalità: divulgare le opportunità che il Piano offre agli imprenditori

CORIGLIANO – Il prossimo 14 novembre è in programma un convegno, organizzato dal Partito Democratico sul Psr (programma di sviluppo rurale) della Calabria.

PSR 2014-2020

PSR 2014-2020

“Un Psr attento alle esigenze dei vari territori calabresi e che punta realmente allo sviluppo delle aree rurali ed alla competitività del settore agricolo, nel rispetto di una gestione sostenibile delle risorse naturali regionali. Questo è l’auspicio – si legge in una nota del Circolo del Pd di Corigliano Scalo – sotto cui nasce il Programma di sviluppo rurale della Calabria 2014/2020, che è stato inviato a Bruxelles di recente. Ed è proprio qui a Corigliano, cuore pulsante delle eccellenze calabresi in agricoltura, che si terrà un importante convegno, fortemente voluto dal Partito Democratico locale, con la finalità di meglio chiarire e divulgare le opportunità che il Piano offre all’imprenditoria agricola e alla piana di Sibari in particolare.”

A introdurre i lavori sarà Salvatore De Luca, Segretario Pd del Circolo Corigliano Scalo. Relazioneranno i principali artefici della stesura del Psr: Alessandro Zanfino, Capostruttura del PSR; Giuseppe Aieta e Mauro D’Acri, Consiglieri regionali; Maurizio Nicolai, Direttore Arcea. Moderatrice del convegno sarà Serena Iacucci, del Direttivo Giovani Democratici di Corigliano.

“Il nuovo Psr – prosegue la nota del Pd – punta con convinzione al settori strategici per l’agricoltura calabrese, quali l’olivicoltura, l’agrumicoltura e la zootecnia, e al potenziamento delle relative filiere. Particolare sostegno viene rivolto all’aggregazione dei produttori, con lo scopo di favorire la valorizzazione e la commercializzazione dei prodotti calabresi e la loro competitività sui mercati nazionali e internazionali. Grande attenzione è, infine, riservata alle zone di montagna, alle aree interne e a quelle svantaggiate e, novità assoluta, al terreni agricoli confiscati alla mafia. Inoltre, “l’agricoltura calabrese potrà avvalersi anche del sostegno degli altri fondi comunitari, che si integreranno al Feasr, e si stanno studiando nuove soluzioni per facilitare l’accesso al credito degli imprenditori.”

Particolarmente soddisfatto del Programma di sviluppo rurale redatto è lo stesso presidente Mario Oliverio che in un suo recente intervento, tra le altre cose, ha precisato che “Tra le priorità fondamentali della nuova amministrazione c’è il sostegno all’insediamento dei giovani imprenditori. Ai giovani agricoltori che partono con un’attività imprenditoriale sarà riservato non solo il premio all’insediamento, ma anche il contributo al loro investimenti con una quota rilevante”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *