Mauro D'Acri

Convegno “Sicurezza alimentare ed Etichettatura” di venerdì 26 giugno

Convegno “Sicurezza alimentare ed Etichettatura” di venerdì 26 giugno

Convegno “Sicurezza alimentare ed Etichettatura” di venerdì 26 giugno

Venerdì 25 giugno si è tenuto presso la Biblioteca Ordine “M. Arnoni” del Tribunale di Cosenza, il convegno dal titolo “Sicurezza alimentare ed Etichettatura” organizzato dal “Centro Studi di diritto agrario Avv. Carlo Chimenti”

Al convegno hanno partecipato l’Avv. Oreste Morcavallo, Presidente Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Cosenza, l’Avv. Luca Falcone, Componente Centro Studi di Diritto Agrario e dell’Ambiente Avv. Carlo Chimenti, il Prof. Avv. Marianna Giuffrida, Professore Ordinario di Diritto Agrario e di Diritto Agrario Comunitario presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Messina, il Dott. Agr. Carmela PECORA, Componente del Consiglio Nazionale dei Dottori Agronomi e Forestali, l’Avv. Stefano Chimenti, Componente Centro Studi di Diritto Agrario e dell’Ambiente Avv. Carlo Chimenti.

Convegno: Sicurezza alimentare ed Etichettatura

Convegno: Sicurezza alimentare ed Etichettatura

Dopo i saluti del presidente dell’ordine degli avvocati Morcavallo, dell’ avv Falcone e della professoressa Giuffrida è intervenuto il Consigliere regionale Mauro D’Acri, il quale, dopo aver portato i saluti dell’Amministrazione regionale ha affermato «sicurezza alimentare ed etichettatura rappresentano un mondo da me conosciuto e vissuto durante tutte le fasi legislative nazionali e comunitarie, sia come imprenditore agricolo sia come sindacalista in agricoltura».

D’Acri ha ripercorso i diversi momenti del suo vissuto nell’ambito agricolo, con ruoli diversi che gli hanno consentito di maturare un’esperienza di grande spessore.

«Oggi ricoprendo un ruolo istituzionale -ha concluso il Consigliere regionale- è importante concentrare l’attenzione sui prodotti di nicchia, che sono la maggior parte in Calabria, puntando sui marchi di qualità come biglietto da visita sano e produttivo e soprattutto reale della nostra regione».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *