Mauro D'Acri

Approvata la proposta di legge presentata dall’On. Mauro D’Acri sulla questione dei dipendenti ARDIS di Catanzaro

Approvata la proposta di legge presentata dall’On. Mauro D’Acri sulla questione dei dipendenti ARDIS di Catanzaro

Approvata la proposta di legge presentata dall’On. Mauro D’Acri sulla questione dei dipendenti ARDIS di Catanzaro

L’approvazione della proposta di legge num. 55/10^ riguardante i dipendenti ARDIS di Catanzaro e redatta dall’On. Mauro D’Acri è avvenuta nell’ultima seduta consiliare regionale del 31 agosto scorso

Si è trattato di una proposta di legge che si è resa necessaria per portare a definizione la procedura di liquidazione dell’ARDIS di Catanzaro (Agenzia Regionale per il Diritto allo Studio Universitario), per quanto attiene in particolare la posizione del personale dipendente dell’Azienda a tempo indeterminato.

A.R.D.I.S. - ARDIS

A.R.D.I.S.

La legge n. 70/1975 (art. 2) ha introdotto il principio di garanzia della “conservazione dell’impiego” dei dipendenti degli Enti soppressi o messi in liquidazione. Il personale deve, pertanto, essere assorbito dalla Regione o dai suoi Enti strumentali.

Non è stato possibile trovare una intesa con l’Università Magna Graecia per l’assegnazione del personale. Il progetto di legge disciplina il trasferimento del personale (quindici unità) che non ha trovato altra collocazione se non all’Azienda Calabria Lavoro. I lavoratori saranno quindi utilizzati da tale Azienda per l’effettuazione di servizi interni o in favore della Regione o dei suoi Enti strumentali, previa convenzione.

Consiglio regionale della Calabria

Consiglio regionale della Calabria

Per le annualità comprese nel bilancio pluriennale 2015-2017 la copertura della spesa, quantificata per l’anno 2015 in euro 194.635,21 e per gli anni 2016 e 2017 in euro 421.709,62, viene garantita, in ragione del principio della copertura finanziaria e patrimoniale dei costi per l’esercizio delle funzioni amministrative conferite, senza aggravi o duplicazione di costi a carico della Regione, con le risorse allocate al capitolo U03313109 SPESE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO. (LEGGE REGIONALE 10.12.2001,N.34). (UPB U004.002.002.002), la cui disponibilità sarà ridotta contestualmente dello stesso importo per ciascuno degli anni considerati.

La proposta è stata deliberata all’unanimità e con urgenza in quanto in quanto la legge regionale 27.4.2015 n. 11 (Provvedimento generale collegato alla manovra di bilancio regionale per l’anno 2015) ha confermato, all’art. 2 – comma 10, che la procedura di liquidazione doveva concludersi entro il 31.7.2015.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *